Cosa vedere nella magica León: perla medievale della Castiglia

Come vi ho accennato in precedenza nell’articolo 10 buone ragioni per scegliere León come meta Erasmus, questa città nel cuore della Castiglia ha qualcosa di magico, io ci ho vissuto 6 mesi e posso assicurarvi che ci ho lasciato un pezzo di cuore; è un concentrato di monumenti ed edifici che racchiudono gli stili architettonici più svariati, la definirei “un museo a cielo aperto”.

Le sue origini risalgono alla prima colonizzazione romana, infatti è ancora presente la muraglia intorno alla città creata per difendere quello che al tempo era l’accampamento militare della VII “legio” Gemina, da questa parola latina deriva infatti il nome della città.

Curiosità: León può essere punto di partenza per ben due cammini di pellegrinaggio: il famoso cammino di Santiago e il, forse meno conosciuto, cammino di San Salvador, con destinazione finale Oviedo; lo sapevate? Purtroppo non ho ancora avuto modo di affrontare questo tipo di esperienza per cui non posso parlarvene in prima persona, ma ammetto che è sulla mia lista di cose da fare almeno una volta nella vita!

Ora veniamo a noi, qui sotto vi illustro una mini guida di cosa vedere assolutamente a León e dintorni:

1. Cattedrale di Santa Maria di León

Dedicata alla Vergine Maria e per la sua bellezza ed eleganza è soprannominata Pulchra Leonina. Senza dubbio la perla più grande della città e una delle più belle cattedrali medievali della Spagna, in stile gotico, risalente al XIII secolo, è stata costruita dove un tempo c’erano le terme romane e successivamente il palazzo del re Ordoño II.

Vi assicuro che nessuna foto le rende giustizia, è immensa! Fuori bellissima e ricca di dettagli, dentro invece, percorrendo la navata principale, vi perderete in un concentrato di vetrate medievali coloratissime che rappresentano immagini dell’antico Testamento, per un totale di quasi 1800 metri quadrati.

Cattedrale di León

Nella piazza della cattedrale troverete anche alcuni monumenti tra cui uno contenente delle impronte dedicato ai militari della VII legio e uno con la famosissima scritta “León”, conosciuta come “las letras“.

Monumento dedicato alla VII legio
Las letras

2. Casa Botines

La meravigliosa opera di Gaudí, a cui è stata anche dedicata una statua proprio di fronte all’edificio, seduto su una panchina che progetta il suo capolavoro. Costruita con bugnati calcarei delle montagne di León, a fine 800′ in soli 10 mesi, di ispirazione medievale, ma con quel tocco neogotico e moderno, ricco di dettagli che caratterizza il suo architetto. Ora è sede della cassa di risparmio di León.

Casa Botines

Dall’altro lato della strada (ci troviamo nella Calle Ancha) troverete anche altre due costruzioni che meritano la vostra attenzione: la miniatura della città e una fontana che personalmente ho trovato davvero carina.

Miniatura di León
Scorcio della fontana nella Calle Ancha

3. Basilica di Sant’Isidoro

Il suo nome deriva dal fatto che al suo interno sono conservate le spoglie di Isidoro, famoso arcivescovo di Siviglia. Risale al XI secolo ed è uno dei migliori esempi di architettura romanica della Spagna, ma ha anche un tocco di barocco dovuto alle successive ristrutturazioni. Ospita il Pantheon dei Re di León; contiene inoltre un museo e una biblioteca ricchi di opere medievali.

Basilica di Sant’Isidoro

4. Monastero di San Marcos

Altro gioiello architettonico (insieme alla Cattedrale, alla Basilica di San Isidoro e alla Casa Botines) risalente al XII secolo, è uno dei più importanti monumenti del rinascimento spagnolo; in origine era un convento, mentre oggi è parte di una catena alberghiera di lusso (Paradores).

Monastero di San Marcos

Nella piazza di San Marcos, proprio di fronte all’ex convento, è presente un monumento che rappresenta un pellegrino del cammino di Santiago, consiglio di sedervi accanto a lui e contemplare quel meraviglioso panorama architettonico!

Statua El Peregrino

5. MUSAC (museo di arte contemporanea)

Fu inaugurato dal Principe delle Asturie il 1º aprile del 2005, conosciuto a livello internazionale, opera degli architetti Mansilla e Tuñon, che vinsero un concorso internazionale grazie alla loro idea caratterizzata dalle vetrate coloratissime che si ispirano alla cattedrale di León. Il museo cambia allestimento periodicamente, alcune opere appariranno forse strane ad alcuni, altre iper affascinanti, vi metto un esempio qui sotto di un’opera che mi ha particolarmente colpito, perché riesce a trasmettere un forte senso di libertà.

Parte della facciata del MUSAC
Una delle opere di arte contemporanea del museo

6. Plaza del Grano

Situata nel quartiere di San Martín, questa piazza è una delle più antiche della città, infatti conserva il fascino pittoresco della León medievale. Nasce dalla devozione alla “Morenica del Mercato”, come è conosciuta l’antica Madonna del Cammino. Il nome deriva dal fatto che in questa piazza originariamente si teneva il mercato in cui tra le altre cose si trovavano abbondantemente cereali e pane. Al centro della piazza è presente una croce in pietra che segna il punto esatto in cui pare la Vergine sia apparsa un 9 Febbraio; accanto alla piazza è presente una piccola chiesetta in cui questa Madonna viene venerata.

Plaza del Grano

7. Plaza Mayor

Risalente al 1665, vicina al fiume Bernesga che attraversa la città, questa piazza fu sede di combattimenti tra cittadini e francesi durante la guerra d’indipendenza, oggi ospita il mercato ed è sfondo delle processioni durante la settimana santa. Ha uno stile raffinato principalmente di architettura barocca, qui troviamo il palazzo comunale, conosciuto come il “Balcón de la Ciudad“, perché un tempo i nobili di León osservavano dall’alto dei balconi le attività cittadine.

Municipio nella Plaza Mayor

8. Muraglia romana di León

Intorno alla città si trova ancora parte della muraglia della Legio VII che in origine formava un quadrilatero. Grazie a queste mura vi sembrerà di tornare indietro nel tempo, sono fatte di pietre fluviali e malta e molti tratti conservano le macerie originali.

Una facciata della muraglia romana

9. Centro de Interpretación del León Romano

Se volete saperne di più sulla storia più antica della città, questo è il posto giusto! Qui troverete tutti i dettagli della Legio VII e anche alcuni resti dell’anfiteatro romano che sono custoditi in modo straordinario.

Resti dell’anfiteatro romano di León

10. Quevedo Park

Dall’altra parte del fiume, vicino al monastero di San Marcos, è un enorme parco ricco di verde, con uno stagno in cui ci sono cigni e anatre, ma soprattutto la cosa che più mi è piaciuta sono stati i meravigliosi pavoni che scorrazzavano tra la gente nel verde. Presenta anche un parco giochi, un campo da basket, una zona per il pattinaggio.

I coloratissimi pavoni del Quevedo Park

11. Plaza Santo Domingo

Percorrendo tutta la via principale (Calle Ancha) troverete questa piazza (che in realtà è una grande rotonda) con una bellissima fontana centrale un pò speciale, cambia colore! In questa piazza troverete anche una scultura di un gigante nero molto realistica.

Fontana di Plaza Santo Domingo
Statua di Plaza Santo Domingo

12. La escalera de la vida

La meravigliosa scala coloratissima e piena di frasi positive e motivazionali, io l’ho adorata! La trovate nella Avenida de Álvaro López Núñez al numero 40.

Escalera de la vida

Da vedere nelle vicinanze di León:

Faedo de Ciñera

Per i più avventurosi, consiglio questo luogo magico in montagna, un meraviglioso percorso nel verde della natura, un anello della lunghezza di ben 3.2 km. Ponticelli in legno, percorsi con salite e discese di minima difficoltà, tanto muschio e aria pulita da respirare a pieni polmoni; è attraversato da vari ruscelli e fiumiciattoli che lo rendono fiabesco. Ho scoperto questo posto fantastico grazie a un viaggio in giornata con Erasmusleon.com, si trova a circa 35 min di macchina da León, presso “la Pola de Gordon”.

Faedo de Ciñera

Cueva de Valporquero:

A un’ora di macchina da León, si trova questa grotta alta 1.3m, sotto il villaggio di Valporquero de Torío. Il cuore della montagna si apre mostrando meraviglie sotterranee incredibili. Il percorso è lungo oltre 1 km, qui ammirerete la grande opera d’arte che l’acqua modella da oltre un milione di anni: stalattiti, stalagmiti e tanto altro in sette stanze visitabili. Oltre alla classica visita guidata effettuano anche altri tipi di escursioni più adrenaliniche, per i più avventurieri. Ho scoperto anche questo posto nel viaggio con Erasmusleon.com, se non fosse stato per loro non avrei mai scoperto questi due meravigliosi luoghi nelle vicinanze di León.

Cueva de Valporquero

Astorga e il suo palacio episcopal fiabesco

Questa piccola città, tappa del cammino di Santiago, si trova a soli 30 min di bus (Alsa) da León, è sufficiente una visita in giornata per vedere le attrazioni principali, io personalmente mi sono innamorata del Palacio Episcopal che vi farà sembrare di essere dentro una favola Disney! Se vi può interessare ho scritto anche una mini guida su cosa vedere Astorga che potrete consultare per farvi un idea sui posti principali da visitare.

Spero di avervi convinto a visitare questa splendida e poco conosciuta città!

3 pensieri riguardo “Cosa vedere nella magica León: perla medievale della Castiglia

  1. Che bella città! Non me l’aspettavo 🙂 a tratti mi ricorda un po’ Lisbona.

    "Mi piace"

    1. Grazie mille sono felice di averti trasmesso le bellezze di León! 😁Non sono mai stata a Lisbona ma spero di poter rimediare presto!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close